Pedagogia emozionale

Bambini felici, adulti felici

Il genitore consigliere e maestro di vita, esperto di comunicazione verbale e non verbale consente al proprio figlio di perseguire i suoi sogni in libertà e in pace con la propria coscienza.

È un progetto dedicato sia alla prima infanzia sia a genitori e insegnanti, a tutti coloro, cioè, che sono chiamati all’azione educativa.

La Pedagogia Emozionale considera il bambino una persona protagonista che si evolve all’interno di una relazione intersoggettiva e non solo come polo ricevente di influenze esterne.

Adulto e bambino si influenzano reciprocamente mediante la costruzione di processi interattivi circolari che portano al superamento della concezione classica di bambino: il bambino non deve essere visto come come solo meritevole di attenzione e cure affettuose ma individuo competente, attivo e interattivo con le fonti del suo apprendimento.

I nostri Centri di Formazione Integrale in Discipline Analogiche Benemegliane rappresentano il luogo in cui i genitori ed i docenti si trovano gli uni accanto agli altri insieme con i bambini come utenti di un servizio che entra a supporto della famiglia e del processo educativo.

La valorizzazione della dimensione emotiva e l’applicazione del pensiero benemegliano costituiscono la base fondamentale di un’ educazione emozionale che, nel rispetto dello sviluppo della personalità, inteso come processo permanente e continuo favorisce l’acquisizione di capacità che permettono di vivere e gestirsi progressivamente in modo autonomo nell’interazione con l’ambiente e con gli altri.

La Pedagogia emozionale si rivolge a:

Bambini

Genitori

Insegnanti e operatori dell’infanzia

BAMBINI

  • Conoscersi e riconoscersi sul piano emotivo

  • Conoscere ed individuare le proprie emozioni

  • Conoscere ed individuare le proprie emozioni

  • Ascoltare e comunicare pienamente le proprie emozioni

  • Rendere chiare le proprie emozioni per sé e per gli altri

     

  • Scoprire la gioia di fare cose insieme, di condividere le proprie emozioni

  • Acquisire sicurezza e autostima superando paure ed affrontando le
    difficoltà

GENITORI

  • Favorire lo sviluppo globale ed armonico della personalità del figlio in tutte le sue espressioni e manifestazioni

  • Facilitare attenzione alle emozioni

  • Promuovere la conoscenza delle emozioni

  • Favorire il riconoscimento delle emozioni ed esprimerle con gioia (senza timore) interagendo serenamente con altri bambini e con gli adulti

  • Supportare il riconoscimento delle emozioni altrui

  • Conoscere i sistemi comunicativi emozionali benemegliani

  • Applicare i suddetti Sistemi e soprattutto il Sistema Energetico per
    esprimere messaggi emotivi

  • Favorire l’applicazione delle abilità socio-emozionali di base anzitutto nel contesto familiare

  • Gestire armonicamente le relazioni interpersonali evitando i conflitti

INSEGNANTI

  • Sviluppare una competenza emotiva quale conoscenza delle emozioni
    proprie e altrui

  • Promuovere il benessere psicofisico del bambino e la sua maturazione
    affettiva mediante il riconoscere ed esplicitare le proprie emozioni

  • Comprendere la natura delle emozioni e il loro valore

  • Conoscere i sistemi comunicativi emozionali benemegliani

  • Applicare i suddetti sistemi e soprattutto il Sistema Energetico per
    esprimere messaggi emotivi

  • Saper gestire situazioni che suscitano emozioni di vario genere

  • Accompagnare il bambino ad esprimere le proprie potenzialità attraverso
    molteplici linguaggi ed attività

  • Favorire l’integrazione della dimensione cognitiva con la dimensione
    emozionale per una formazione integrale della persona del bambino

  • Rendere comprensibili le emozioni, accettabili e nominabili, fruibili e
    condivisibili da tutti in funzione dello scoprire l’agire insieme, l’acquisire
    sicurezza e autostima, il superare paure, affrontare difficoltà

  • Supportare con l’azione didattica l’azione formativa familiare